La storia più commovente delle Olimpiadi: l’atleta rifugiato in lacrime dopo la caduta


James Chiengjiek ha finito la sua gara degli 800 metri alle Olimpiadi in lacrime, per l’ultimo posto ottenuto a causa di una caduta. L’atleta rifugiato è apparso inconsolabile: “Volevo fare qualcosa di importante per attirare l’attenzione sulla situazione di milioni di persone”.
Continua a leggere su fanpage.it