Jacobs aspetta la notte per crederci: “Guarderò il soffitto e capirò cosa ho fatto, è un sogno”


Nessun italiano nella storia aveva mai corso prima una finale olimpica dei 100 metri: Marcell Jacobs l’ha addirittura vinta ed è medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo. Oggi il 26enne azzurro è l’uomo più veloce del pianeta, un razzo umano che tuttavia fa fatica a realizzare di essere già leggenda: “Ci metterò una settimana a metabolizzare quello che ho fatto, questa vittoria è il mio sogno da quando sono bambino”.
Continua a leggere su fanpage.it