Calcio: Mancini ‘pochi attaccanti, spero non si irreversibile’

(ANSA) – ROMA, 19 SET – ”L’Italia ha sempre avuto grandi
attaccanti, è di sicuro qualcosa di anomalo vedere che ora a
parte Immobile non ci sono attaccanti stranieri ai vertici della
classifica marcatori della Serie A”. Lo ha detto Roberto
Mancini dal ritiro azzurro di Coverciano.”Il fatto è da qualche
tempo le nostre big hanno tanti attaccanti stranieri e questo ci
sta creando qualche difficoltà – ha ammesso il ct – Spero che
non sia un processo irreversibile che a breve possano emergere
due, tre attaccanti in grado di essere e dare un futuro alla
Nazionale. Comunque qualche anno fa mancavano i difensori poi
sono fioriti. Mi auguro che accada lo stesso per gli attaccanti,
perché non è un problema piccolissimo…”.
    Come non lo è quello relativo ai pochi giocatori italiani
impiegati dai club: ”In effetti sono diminuiti da quando sono
ct – ha sospirato Mancini – Ma non possiamo fare più di quanto
stiamo facendo, chiamiamo anche i giocatori di Serie B se sono
bravi anche se poi molti di loro restano lì o vanno all’estero.
    Le difficoltà non mancano ma dobbiamo andare avanti per la
nostra strada. Dobbiamo trovare delle scelte e sperare di non
sbagliarle”. (ANSA).
   

Leggi su ansa.it