Atleta bielorussa prelevata e portata in aeroporto contro la sua volontà: la salva il CIO


Krystsina Tsimanouskaya, velocista bielorussa di 24 anni è al centro di un caso internazionale alle Olimpiadi di Tokyo. Costretta dal proprio Paese a rientrare in anticipo, si è rifiutata di salire sull’aereo e ora è tutelata dal CIO: “Non torno in Bielorussia, mi hanno estromessa per motivi politici”. La Tsimanouskaya sarebbe tra gli atleti contrari al regime di Lukashenko e avrebbe chiesto asilo in Germania o in Austria.
Continua a leggere su fanpage.it